TIDAL è in cattive acque, potrebbe chiudere il prossimo anno!

TIDAL, servizio di musica in streaming, sta affrontando seri problemi economici e potrebbe chiudere i battenti già il prossimo anno. La notizia arriva da un rapporto del magazine norvegese Dagens Næringsliv, in cui si legge che una delle principali cause è lo scarso incremento del numero degli abbonati al servizio.

Secondo il magazine, TIDAL ha fondi per durare non oltre sei mesi, quindi c’è la possibilità che il servizio cessi la sua attività entro la prossima estate, nonostante l’investimento di Sprint di 200 milioni di dollari. Tuttavia, l’azienda vuole tener duro, affermando che supererà il momento di difficoltà …

Leggi l'intero articolo su iSpazio


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *